Si può ancora guadagnare con Bitcoin? Non sottovalutiamo Cardano e Ada

Si può ancora guadagnare con Bitcoin? Non sottovalutiamo Cardano e Ada

Questo articolo è rivolto principalmente a chi si avvicina per la prima volta a alle criptovalute ed ai curiosi. Quindi cercheremo di rispondere a vari quesiti utili.

Come nascono le criptovalute?

La storia delle criptovalute comincia nel 2009 con la nascita di Bitcoin, cioè un sistema di pagamento che permette di scambiare valore da persona a persona (p2p) senza passare per le banche. Il suo inventore è ancora tutt’ora sconosciuto, noto con il suo pseudonimo Satoshi Nakamoto, di cui non si sa nemmeno se sia una singola persona o un gruppo di persone, ma sta di fatto una cosa, ha creato qualcosa di davvero geniale.

A differenza della valuta attualmente utilizzata da tutto il mondo, che è stampata senza limiti dagli Stati ed ha quindi una natura inflattiva, cioè il suo potere d’acquisto tende a diminuire nel tempo. I Bitcoin sono limitati, ne potranno essere prodotti massimo 21.000.000, e ciò li rende deflattivi, cioè il loro valore tende ad aumentare nel tempo, proprio dovuto alla sua scarsità.
Ad oggi i Bitcoin hanno dimostrato davvero di avere un potenziale enorme, basta pensare che nel 2009 il primo bitcoin aveva un valore di $0, oggi il suo valore ha raggiunto circa i $10000 ed è tendezialmente in crescita.

Come fa a crescere il valore del bitcoin?

Semplicemente come avviene per qualsiasi mercato finanziario, tramite la domanda di chi li acquista e l’offerta di chi li vende. Più cresce il numero di persone che li scambia, più il valore tende ad aumentare in quanto sono scarsi e limitati. Attualmente la capitalizzazione di mercato del Bitcoin è di circa $177.891.115.801 ed ha un valore per singolo Bitcoin di circa $10000. Questo dovrebbe far riflettere su una cosa, attualmente il suo mercato è davvero piccolo, se questo mercato dovesse crescere il suo valore probabilmente tenderebbe a crescere, proprio perchè è una risorsa scarsa e limitata.

Ragionando per assurdo se un giorno il Bitcoin dovesse raggiungere il massimo di capitalizzazione di mercato mondiale e quindi fosse adottato e utilizzato da tutto il mondo, solo l’1% di popolazione mondiale potrebbe avere una quantità superiore a 0,27 Bitcoin, di conseguenza basterebbe questa quantità per essere tra i ricchi. Ma restiamo con i piedi a terra. Era solo un ragionamento estremo per far comprendere il potenziale, in termini di valore, che il Bitcoin potrebbe raggiungere nel tempo se venisse adottato e utilizzato dalla massa.

I Bitcoin sono un truffa?

Molte volte si è sentito di parlare delle truffe dei Bitcoin. Iniziamo con specificare che i Bitcoin non sono una truffa, è un asset reale che in 11 anni ha dimostrato di funzionare egregiamente. Inoltre la tecnologia su cui gira lo rende estremamente sicuro.

Il problema sono i malintenzionati che sfruttano il successo che sta avendo il Bitcoin come veicolo per truffare le persone, tramite pubblicità false ingannevoli, dove promettono di far degli ottimi profitti, magari utilizzando “FALSE” dichiarazioni di personaggi famosi che consigliano di comprare Bitcoin su alcuni siti e piattaforme di trading malevoli. Oppure telefonate truffaldine che chiedono i dati della carta di credito per acquistare bitcoin ecc ecc.
Insomma il problema delle truffe non è il Bitcoin in sè, ma di questi truffatori che fanno offerte false e ingannevoli per rubare soldi.

Come si può evitare di essere truffati?

Prima di tutto, stare alla larga da offerte telefoniche che chiedono la vostra carta di credito per acquistare bitcoin o altre criptovalute.
In sostanza bisogna ignorare tutte le offerte commerciali ingannevoli che vi promettono profitti elevati, e che vi faranno diventare ricchi.

Come si può iniziare a utilizzare i Bitcoin?

Prima di pensare a come utilizzare i Bitcoin, bisogna documentarsi bene su cosa sono e come funzionano.
Il punto di partenza è andare su https://bitcoin.org/it/come-iniziare e iniziare con il percorso introduttivo e formativo. Inoltre viene spiegato anche come e dove acquistarli in modo sicuro.

Quindi si può ancora guadagnare con i Bitcoin?
Potenzialmente si. Considerando che il mercato di Bitcoin è ancora molto piccolo e tende ad espandersi sempre più, se continua di questo passo probabilmente il suo valore aumenterà ancora di molto. Quindi si può dedurre che potenzialmente c’è ancora un altissimo margine di guadagno. Ma bisogna anche essere realistici e tenere presente che nulla è sicuro in futuro. Non è possibile prevedere le sorti di Bitcoin. E questo lo rende un asset ad alto rischio. Come per qualsiasi tipo di investimento, anche con Bitcoin non si dovrebbe mai investire più di quello che ci si può permettere di perdere.

Cosa è Cardano?
Cardano nasce nel 2017 ed è una piattaforma che gestisce la criptovaluta chiamata ADA. Nasce per essere un evoluzione di Bitcoin. Il progetto è guidato da IOHK e il suo CEO Charles Hoskinson, ex co-fondatore di BitShares e Ethereum, insieme ad altre entità. Le sue caratteristiche principali sono:
– Creare un sistema di pagamento molto veloce, in grado di elaborare molte transazioni al secondo. Circa 257 transazioni/secondo rispetto alle 7 transazioni/secondo di Bitcoin.
– Creare una piattaforma per gestire gli smart-contract, che permette di creare applicazioni per gestire e automatizzare le operazioni nella blockchain di Cardano.
– Dare la possibilità ai possessori di Ada, di guadagnare passivamente tramite lo Staking Delegato.

Perchè non bisogna sottovalutare Cardano e la sua criptovaluta ADA?
Cardano si è rivelato un progetto molto solido, seguito da una comunità di scienziati, ingegneri e matematici da tutto il mondo. Consigliamo vivamente di leggere tutte le info e il “white paper” su https://www.cardano.org/en/home/.
Ada attualmente è tra le top 10 criptovalute con capitalizzazione di mercato più alta. Il valore del singolo ADA è di circa $0,059353.
Da considerare che il suo prezzo ha dimostrato di arrivare a $1.20 nel Gennaio 2018 durante il boom del Bitcoin e delle criptovalute. E calcolando che è un progetto molto giovane con un potenziale altissimo nulla toglie che in futuro potrà raggiungere nuovamente quel valore, o addiritura superarlo.

Come si fa a guadagnare passivamente con lo Staking Delegato?
Tutti i possessori di Ada hanno la possibilità di congelare i propri Ada in dei wallet particolari chiamati “Reward Wallet” e delegarli a dei nodi specifici atti a convalidare le transazioni sulla blockchain.

Abbiamo approfondito lo “Staking Delegato” al seguente link:
https://www.economypool.eu/2020/01/30/testnet-incentivata-come-delegare-il-proprio-stake-e-guadaganare-ada-reali/

Lascia un commento

Chiudi il menu